IL DISPOSITIVO DI SENTENZA 

 

 

Visti gli artt. 533-535 c.p.p.,

 

dichiara  CARELLA ENRICO e MARCHETTI MASSIMILIANO colpevoli del reato ascritto, esclusa la continuazione e, concesse ad entrambi le circostanze attenuanti generiche equivalenti alle contestate aggravanti, condanna Carella Enrico alla pena di anni sette di reclusione e Marchetti Massimiliano alla pena di anni sei di reclusione, oltre al pagamento in solido delle spese processuali, e pro quota di custodia cautelare in carcere.

 

Visti gli artt. 29 e 32 c.p.,

 

dichiara i predetti imputati interdetti in perpetuo dai pubblici uffici e in stato di interdizione legale durante la pena.

 

Condanna Carella e Marchetti, in solido, al risarcimento dei danni, patrimoniali e morali, da liquidarsi in separato giudizio, in favore delle seguenti Parti Civili:

 

- Comuna di Venezia, 

- Fondazione Teatro La Fenice, 

- Avv. Giampietro Carlet, 

- Patrizio Renato, 

- Rosato Annamaria.

 

Condanna altresi' i predetti imputati al pagamento in solido in favore di  Patrizio Renato di una provvisionale immediatamente esecutiva pari a L. 15.000.000.

 

Condanna infine gli imputati al pagamento in solido delle spese processuali sostenute dalle sopraindicate Parti civili nella seguente complessiva misura, oltre a IVA e CAP come per legge:

 

- Comune di Venezia: L. 170.000.000

- Fondazione Teatro La Fenice: L. 170.000.000

- Avv. Giampietro Carlet: L. 70.000.000

- Patrizio Renato: L. 7.000.000

- Rosato Annamaria: L. 7.000.000.

 

Rigetta la domanda di risarcimento del danno avanzata dalle Parti Civili Guidi Maria Vittoria e Merelli Roberto.

 

Visto l'art. 321 c.p.p.,

 

Rigetta la richiesta di sequestro conservativo formulata nell'interesse della Parte Civile Carlet in quanto non e' stato provato il compimento, da parte degli imputati Carella e Marchetti, di alcun atto diretto a disperdere le garanzie del credito e peraltro nemmeno  e' stato fornito un principio di prova sull'esistenza di eventuali cespiti mobiliari o immobiliari aggredibili.

 

Visto l'art. 530 c. c. p.,

 

Assolve Carella Enrico del reato di cui al'art. 612 c.p., come contestato all'udienza del 29.5.2000, per non aver commesso il fatto.

 

ASSOLVE: 

 

PONTEL GIANFRANCO, GIANESELLI IGINIO, FRANCESCHINI ADRIANO, RUGGIERO SISTO, BAJO FRANCO, ZERBINI PAOLO, PAGGIARO GILBERTO e CACCIARI MASSIMO

 

dal reato di cui agli artt. 449-423 c.p., in esso assorbito il reato di cui all'art. 451 c.p., perche' il fatto non sussiste.

 

Motivazione differita al noventesimo giorno

 

 

Venezia, 29.03.2001                                                                

                                                                                                      il Presidente

                                                                                                    Dr. Paolo Izzo

 

 

 

 

 

IVDI -  Sede operativa: Casale sul Sile

processi on line - processo "Fenice"

info@processionline.it