GEREMIA GIANFRANCO

 

COLOSIO - (udienza del 23 marzo 1999)

 

COLOSIO - Ci occupiamo del signor Geremia Gianfranco. Il signor Geremia è nato il 10 luglio del '44. Il caso non è stato trattato in aula dai consulenti tecnici del Pubblico Ministero. Vi è un atto di costituzione di Parte Civile del marzo '97, nel quale si afferma che questo soggetto è stato esposta a CVM e PVC e soffre di patologia correlata a tale esposizione. A tale atto è allegata della documentazione medica che abbiamo analizzato. Prima dell'analisi della documentazione medica parliamo della storia lavorativa. Non è completa, per cui non abbiamo alcuni dati, però sufficienti a stimare i livelli di esposizione. In particolare è stato assunto l'11 maggio del '71, ha lavorato dal '71 all'84 come blenderista, addetto a materie prime al CV5-15. In base ai dati dell'indagine epidemiologica italiana sarebbe stato esposto, svolgendo tale attività, a concentrazioni comprese tra 5 a 50 PPM dal '71 al '75 e inferiori a 5 PPM dal '75 all'84. Dal primo marzo 1984 sino ad una data che non siamo riusciti a precisare è stato esterno addetto quadro DT45 e non è stato stato esposto a CVM. In conclusione, quindi, 13 anni di esposizione dal '71 all'84 sempre a livelli di inferiori a quelli sufficienti a determinare l'insorgenza di manifestazioni tossiche. Dall'84 in poi assenza di esposizione. Abbiamo analizzato le fotocopie disponibili dal libretto sanitario aziendale e questo non ci ha permesso di evidenziare patologie di rilievo. Abbiamo esaminato la documentazione rappresentata dal tabulato degli accertamenti sanitari periodici effettuati in azienda, copre il periodo '74-'96, e abbiamo evidenziato l'assenza di significativi dati anomali. In particolare gli esami della funzionalità epatica sono sempre stati nella norma, la conta delle piastrine è sempre risultata nella norma. Dopodiché abbiamo potuto esaminare un numero importante di referti di indagini RX grafiche del torace. Vorrei precisare questo: ogni volta che parliamo di questo e ogni volta che anche in seguito parleremo di questo non intendo dire che abbiamo potuto vedere le lastre ed esaminare le lastre, ma abbiamo esaminato i referti, cioè l'interpretazione che di queste lastre era stata data dal nostro collega che ha refertato all'epoca. Comunque queste lastre che ricoprono il periodo '71-'93 sono sostanzialmente nella norma, se si esclude un riscontro che risale all'ottobre dell'83, dove si parla di sensibile rinforzo del disegno broncovasale alla metà inferiore dei due campi polmonari e nel gennaio dell'86, quindi tre anni dopo, di trama più evidente alle basi. Gli ultimi esami, in particolare sono dell'87, del '91 e del '93, sono nella norma. Quindi, diciamo, funzionalità epatica sempre nella norma, piastrine sempre nella norma, RX torace sostanzialmente nella norma, tranne questi due referti citati. Il 22 maggio del '77 abbiamo reperito il dato che questo soggetto è stato ricoverato per ernia inguinale diretta e varicocele ipsilaterale, sottoposto all'intervento del caso. Queste patologie evidentemente non sono in alcun modo collegate all'esposizione, ma è interessante segnalare che il ricovero non ha segnalato altre patologie. Abbiamo infine che nel marzo 1991 questo paziente è stato ricoverato per una colica renale destra e in occasione di questo ricovero è stata posta diagnosi di rene soprannumerario a destra. Ci siamo occupati di tutte le possibili patologie perché l'atto di costituzione parlava di patologia correlata, quindi abbiamo dovuto esaminare tutte le possibilità.

COLOMBO - Il signor Gianfranco Geremia, di 55 anni, ha una storia sanitaria scarna, nella quale prevalgono alcuni dati di laboratorio, di immagine, di rinforzo del disegno broncovasale, quindi possiamo ipotizzare una forma di broncopneumopatia leggera e una patologia chirurgica, che è l'ernia inguinale sinistra, un'altra patologia potenzialmente chirurgica, che è la conica renale destra, che probabilmente è legata ad un problema di cattivo flusso di urina o di formazione di materiale calcareo, eventi di piccolo significato clinico, che comunque non possono essere messi in correlazione con un'eventuale esposizione professionale a vinil cloruro, che peraltro, secondo le nostre stime, è occorsa negli anni '71-'75 per livelli che noi giudichiamo decisamente insufficienti a produrre danni nell'organismo umano.

OSCULATI - Le patologie documentate a carico del signor Geremia sono patologie che hanno avuto una loro risoluzione, in qualsiasi distretto si siano verificate. Non risulta addirittura che ci siano patologie croniche in atto, tanto meno possiamo ipotizzarne di natura professionale, anche, appunto, alla luce del dato espositivo che non ci consente di ipotizzare livelli tossici di esposizione al CVM.